• Salvatore

Come presentarsi in inglese e in russo

Aggiornato il: mag 7

Привет everybody!

Stiamo vivendo in tempi molto difficili per chi, come noi, ama viaggiare ed ama vivere a pieno contatto con la natura. Per questo motivo, Arianna ed io abbiamo deciso di dare un volto nuovo ed utile a questi ultimi (si spera) giorni di isolamento da pandemia.

Quanti di noi, almeno una volta nella vita, si sono trovati in difficoltà in un paese straniero o, semplicemente, a relazionarsi con una persona che non parla la nostra lingua?

A noi è successo, ma abbiamo saputo cavarcela grazie a qualche dritta di base nei convenevoli più utilizzati nelle lingue straniere. Eccovi, dunque, la nostra guida su come sopravvivere a dei convenevoli di base e, più in specifico, su come presentarsi in inglese e in russo!



Per questo progetto, abbiamo scelto di utilizzare le nostre due lingue preferite, ovvero la lingua inglese per Arianna e la lingua russa per me... Sì, avete letto bene, sono talmente folle che, anni fa, decisi di imparare a leggere e scrivere in russo. Da allora non sono più riuscito a smettere e, anche se ci sono stati dei momenti in cui ho dovuto mettere in standby il mio apprendimento, ho sempre trovato l’occasione di tornare a studiare la lingua russa. Quanto all’inglese, beh... sappiamo tutti che ormai è la lingua che non possiamo permetterci di non conoscere. Detto ciò, chi meglio della nostra Arianna, che ha vissuto sia nel Regno Unito, che negli USA, che in Australia, può illuminarci su come cavarcela in alcune situazioni tipiche dei viaggi all’estero?




Come salutarsi

Approcciarsi ad una persona che non parla la nostra lingua può diventare il nostro biglietto da visita in quasi tutte le occasioni.

Come vorreste che le persone, in visita in Italia da un paese straniero, vi salutassero? Beh, la risposta è molto semplice e comune quasi per tutti: provando anche un solo goffo tentativo di salutare nella lingua del nostro interlocutore, guadagneremo sicuramente il suo rispetto, soprattutto se ci rivolgiamo ad una persona adulta o anziana.

Adesso vi starete chiedendo “Come faccio a conoscere tutti i saluti in lingua russa e in lingua inglese?”. Ve lo dico io in questo piccolo schema, utilissimo per chi vuole imparare come presentarsi in inglese e in russo. Altrimenti cosa ci sto a fare? Hahahaha


Quindi, entrando di mattina in un negozio di Mosca, ovviamente diremoДоброе утро!” (Dòbroi ùtra!), e nonBuon giorno o Good morning. Non fa niente se poi tentiamo di comunicare in un’altra lingua perché, in russo, non sappiamo nulla: l’importante è stabilire una connessione rispettosa e cordiale con chi ci sta di fronte, il resto vien da sé!


Ciao, mi chiamo...

La maggior parte di voi conosce sicuramente il modo giusto per presentarsi ad una persona, che sia per stringere amicizia o che sia per una pura questione di educazione. Eppure, a volte possono sopraggiungere numerosi lapsus che riguardano le forme giuste da utilizzare in lingua straniera, come da esperienza personale ahahaha

Perciò, mentre ad una persona che parla in lingua inglese possiamo presentarci con un saluto aggiunto al famoso “My name is... What’s your name?”, per presentarsi ad un interlocutore che parla la lingua russa bisogna attrezzarsi un po’ meglio!

In inglese, che ci si riferisca ad una persona adulta che non conosciamo o a qualcuno a cui diamo del tu, il pronome personale da utilizzare resterà sempreyou. In russo, invece, abbiamo una netta distinzione tra pronomi personali proprio come accade in italiano: si usaты (ty) per dare del tu, mentre si usa “вы” (vy) per dare del lei.

Non preoccupatevi, riassumo il tutto con un altro piccolo schema, così sarà un po' più chiaro come presentarsi in inglese e in russo.



Qualche curiosità

Succede spesso che, oltre ai saluti, le persone con cui si sta parlando rispondano aggiungendo altre parole (ovviamente ahahah) utili comunque ad imparare come presentarsi in inglese e in russo. Beh, niente panico, è tutto ok! Soprattutto se ci si ritrova a salutare qualcuno in Inghilterra, ai classici saluti gli inglesi aggiungono il loro miticoHow are you?. L’espressione, che significa “come stai?/come va?”, il 90% delle volte è usata soltanto di circostanza... in realtà agli inglesi non interessa sapere come state, è solo un intercalare ahahah

Il contrario accade, invece, in Australia. Quando un australiano vi fa domande e cerca di attaccare bottone (cioè praticamente SEMPRE) è perché vuole davvero sapere cosa vi sta chiedendo e vuole ardentemente conoscere la risposta. Alla domanda, si risponde solitamente con un good, yourself? e la conversazione va da sé. Le nostre migliori amicizie in Australia sono nate da un semplice Hey, how are you?: agli abitanti della terra dei canguri, infatti, piace conoscere ed imparare sempre cose nuove!


... E come si dice invece “Come va?” all’ombra del Palazzo d’Inverno? Beh, in russo si scrive Как дела? e si pronuncia “kak dilà?”. Sì lo so, sembra una parolaccia, ma si dice così, non è colpa mia ahahaha

Come possiamo rispondere in russo alla domanda “Come stai”? Le espressioni “bene” e “male” vengono arricchite dall’avverbio “molto”. Aggiungo quindi il solito schema riassuntivo.



Bene, dopo questo piccolo articolo la situazione dovrebbe essere un po’ più chiara... altrimenti vuol dire che sono un pessimo insegnante, il che è moooolto probabile (a voi l’ardua sentenza!) ahahaha

Spero che questa introduzione vi sia piaciuta. Fateci sapere le vostre reazioni! Ricordate che siamo sempre qui pronti ad accogliere i vostri consigli, le vostre richieste e a risolvere tutti i vostri dubbi. Ad ogni modo, metto a vostra disposizione questo link dove trovare l'alfabeto russo ed esercitarvi un po' a leggere e a scrivere in lingua russa.

Al prossimo appuntamento, до свидания guys!

World in Technicolor.jpg

Siamo Arianna e Salvatore, nomadi digitali con la passione per

l'avventura Green!
Tutti i nostri viaggi sono zero waste, nel rispetto della natura e con un pizzico di follia! 

Con noi non viaggerete come gli altri, imparerete a diventare cittadini del mondo, proprio come noi!