• Arianna

Guida all'attrezzatura da Travel Blogger

Quando intraprendemmo la strada dei travel blogger per la prima volta, avevamo solo un vecchio portatile e il mio iPhone: diciamocelo, non erano le attrezzature migliori per poter creare contenuti di qualità (e si vede... basta guardare le nostre prime foto)!


Con il tempo, abbiamo investito sempre più soldi per le nostre attrezzature e i nostri dispositivi... Molto facile quando le grandi spese vengono giustificate con "Non ci servono per il blog, ma per lavoro".

Lo sappiamo benissimo, la verità è che è sempre bello spendere soldi. Non pensate che, solo perché siamo Zero Waster, non ci divertiamo a fare acquisti (decidiamo solo di essere masochisti e abbandonare ogni intento).


L'esperienza e il nostro lavoro ci hanno mostrato gli strumenti che sono di certo indispensabili per creare contenuti di un certo spessore.

Il problema è che, molto spesso, avremmo voluto che ci venisse detto chiaramente cosa ci sarebbe servito e cosa no. Le nostre ricerche ci portavano sempre ad articoli o video troppo specifici o, al contrario, troppo vaghi!

Fortuna che mio fratello è fotografo... almeno sappiamo sempre chi tempestare di telefonate mentre siamo in giro per negozi di elettronica! ahaha


Ecco perché abbiamo deciso di scrivere questo comodo articolo, con la speranza di aiutarvi a capire cosa serve e cosa no, senza troppi termini tecnici o informazioni che si dimenticano dopo due secondi!


Non solo vi spiegheremo la nostra attrezzatura, ma vi aiuteremo anche a compiere scelte legate al vostro budget. Comodo, no?

Bene, partiamo quindi con la nostra guida all'attrezzatura da travel blogger!




Regola numero uno


Prima di entrare nel vivo della nostra guida all'attrezzatura da travel blogger, devo porvi un quesito importante: qual è il vostro obiettivo? No, non parlo di quello della macchina fotografica, a quello ci arriviamo tra un po'!


Se il vostro scopo è quello di condividere foto dei vostri viaggi con i vostri amici sui social, molto spesso lo smartphone è lo strumento perfetto. Comodo e compatto, lo smartphone è un alleato da portare sempre con noi.

Gli smartphone di ultima generazione permettono di scattare foto di buona qualità, andando a "rimpiazzare" tranquillamente le macchine fotografiche più economiche.

È ovvio che una macchina fotografica, anche la più compatta e digitale, porterà sempre a risultati migliori, anche se avete intenzione di stampare le vostre foto per inserirle in un album dei ricordi.


Se invece puntate a pubblicare le vostre foto mirando a creare un feed professionale beh, allora sì, vi consigliamo caldamente di iniziare ad investire qualche soldino su attrezzature più professionali.

No, non vi stiamo dicendo di comprare l'ultima reflex sul mercato e spendere millemila euro! Molto spesso questo risulta essere il consiglio di punta.

Non è lo strumento che vi rende professionisti... ma l'esperienza!

Ho visto fotografi creare capolavori semplicemente con un telefono e, al contempo, ho visto persone creare mostruosità con una macchina fotografica costosa.


Ovviamente, non ci stiamo ponendo su un piedistallo eh, anzi! Ogni giorno trascorso in questo campo rappresenta una nuova scoperta. Non smetteremo mai di imparare!


Ora, superato lo sproloquio introduttivo a questo articolo, finalmente, vi sveliamo quale è l'attrezzatura da travel blogger giusta da portare in viaggio.


1. Il cavalletto


Come promesso, abbiamo deciso di creare una lista di attrezzatura da travel blogger partendo dalla base. Beh, parlando di base, il primo acquisto da fare è proprio il cavalletto.


Non importa se a scattare sarà la vostra action camera, il vostro smartphone o un UFO! Il cavalletto è e DEVE diventare il vostro migliore amico!

È un validissimo alleato molto spesso sottovalutato. Infatti, basterà lui per accompagnarvi nei vostri viaggi e creare foto di maggiore qualità.

Molto spesso, in viaggio, le foto che più facilmente riusciamo a scattare sono i famosi selfie. Bellissimi per catturare il momento, certo, ma molto lontani dal creare contenuti per un feed impeccabile.


Anche noi ci siamo passati, tranquilli! Ma ecco come il cavalletto salva la vita!

Grazie ai telecomandi bluetooth o al semplice autoscatto, sarete in grado di posare per uno scatto unico e memorabile. Dite addio alla paura di vedere il vostro smartphone rubato dal passante a cui avete chiesto la foto!


Qual è il cavalletto giusto da comprare? Ce ne sono molti, ma noi vi consigliamo un classico treppiedi, maneggevole e leggero.

I prezzi variano, ovviamente, in base alla qualità del materiale, ma scegliendo l'alluminio andrete sempre bene! Attenzione a controllare il peso del vostro cavalletto, però! Se avrete intenzione di usarlo prevalentemente con camere leggere o smartphone, non vi consigliamo di acquistare cavalletti pesanti. Quelli pesanti sono specifici per fotocamere pesanti o con grossi obbiettivi. Se non ne possedete una, rischierete solo di appesantire la vostra valigia inutilmente!



Ricordatevi di comprare un cavalletto che abbia un attacco per i diversi dispositivi. Il nostro è compatibile con lo smartphone, la fotocamera e la GoPro!


Il cavalletto lo trovate facilmente un po' ovunque, visto che è un oggetto che fa parte dell'attrezzatura da travel blogger da portare in viaggio. Ovviamente, vi consigliamo sempre di scegliere l'alternativa online solo quando non potete farne a meno (le spedizioni inquinano!). I maggiori negozi di elettronica hanno sempre una bella varietà. Inoltre, avrete anche modo di testarlo di persona!


2. Lo Smartphone


Tra i nostri must have nella guida all'attrezzatura da travel blogger da portare in viaggio, non possiamo non citare lui, il nostro fedele compagno.

Lo smartphone, come già detto, se scelto con criterio può creare scatti di buona qualità.

Se volete investire in attrezzature elettroniche ma siete alle prime armi, vi consigliamo sicuramente di partire dall'acquisto dello smartphone più adatto a voi. È un ottimo strumento per iniziare a capire alcune delle dinamiche che si nascondono dietro la fotografia. Una volta presa confidenza con il dispositivo, potrete finalmente buttarvi nel meraviglioso mondo della modalità manuale della classica macchina fotografica.


Un consiglio da una che studia e vive di Marketing: investite in un iPhone.

Lo so, lo so, ci sono tantissimi telefoni con fotocamere MOOOLTO più potenti.

Però vi svelo un piccolo segreto: soprattutto sui social, non serve avere un ottimo obbiettivo o tanti Mega Pixel.

Resta di certo sempre la differenza tra macchina fotografica e smartphone, però le piattaforme social, per ragioni di spazio, cercheranno SEMPRE di comprimere le vostre foto.


Gli iPhone sono stati progettati per scattare foto perfette per i social. Partendo dai colori, che sono molto più accesi. Molto spesso, una foto appena scattata è già pronta per essere pubblicata, senza richiedere alcuna modifica.

La fotocamera dell'iPhone, da 12MP, cattura foto dell'esatta grandezza richiesta dai social. Ciò significa che la foto non verrà compressa: ciò che scatterete sarà uguale a quello che pubblicherete.



Parliamo, adesso, delle tanto usate Instagram stories. Anche per queste, lo smartphone è sicuramente il dispositivo più comodo da usare. Certo, con le moderne macchine fotografiche siete in grado di scattare la foto e di averla sul telefono in meno di un secondo, grazie al Wi-Fi. Ma di certo, in questo modo, le storie diventerebbero molto più impegnative.

Lo stesso discorso della qualità delle foto vale per i video delle stories. Gli iPhone sono stati progettati anche per creare delle storie di alta qualità: riesco sempre a capire se una storia è stata girata da un iPhone o da un altro dispositivo. I video targati Apple sono fluidi, mentre gli altri sistemi operativi hanno spesso audio e video non sincronizzati o con una pessima qualità di caricamento.


Non è di certo una pubblicità alla Apple (magari!) ma è sicuramente l'investimento che noi abbiamo fatto e che vi consigliamo di fare!

Il nostro iPhone 11 Pro ci risulta perfetto per integrare scatti e video quando siamo in viaggio!


3. L'Action Camera


Perché inserisco un'action camera prima delle macchine fotografiche nella guida sull'attrezzatura da travel blogger?

Semplice, ormai questo dispositivo riesce a creare immagini di una qualità strepitosa e costa anche molto meno di una fotocamera.

Ha chiaramente i suoi limiti, primo fra i tutti l'assenza di un obbiettivo.

Sì, perché oltre a tutte le parti che caratterizzano una macchina fotografica, l'obbiettivo fa sicuramente la differenza, grazie al senso di prospettiva e di profondità che regala ai nostri occhi.

Le action Camera, così come gli smartphone, presentano sensori compatti e uno zoom completamente digitale. Però ciò non significa che non siano buoni eh, anzi!


Go Pro Hero 8 Black

Noi abbiamo la nostra meravigliosa GoPro Hero 8, che ci regala video di una qualità spettacolare.

Ci sono molte action camera in commercio ma, avendo provato la GoPro ed essendoci trovati benissimo, ci sentiamo di consigliarvela.


Anche questo strumento, come tutti gli altri, va capito e studiato. Non basta premere REC e registrare un video mozzafiato. C'è molto lavoro da fare prima di premere il tasto rosso, andando a impostare in primis le varie caratteristiche a seconda della luce, della location e del risultato che si vuole ottenere!


La GoPro, grazie al suo obbiettivo, permette anche scatti decisamente fuori dal comune come, per esempio, gli shot con la modalità Fish Eye!

È decisamente un investimento da prendere in considerazione!


4. Macchina fotografica


Passiamo ora all'argomento più scoppiettante dell'intera guida all'attrezzatura da travel blogger: qual è la macchina fotografica perfetta per un travel blogger?


E la risposta è: TUTTE E... NESSUNA!


Ebbene sì, amici, diffidate da chi riesce a proporvi di comprare uno specifico modello. Molto spesso il consiglio non è sincero, ma dettato dal guadagno che quello specifico blog ottiene quando qualcuno compra un prodotto suggerito sul loro profilo.


Il mondo della fotografia è vastissimo e, anche se faccio parte di una famiglia di fotografi, mi ritengo MOOOLTO ignorante sull'argomento.

La verità è che, come ogni cosa, la fotografia va studiata e capita. Ci sono tecniche e gusti che rendono difficile poter suggerire la scelta di una sola macchina fotografica, così, su due piedi.


Quello che posso dirvi, soprattutto se non siete esperti in fotografia, è di iniziare con una piccola fotocamera, senza puntare al modello più costoso. Oltre ad arrivare a spendere capitali, vi ritrovereste con uno strumento troppo potente che potrebbe portarvi a scoraggiarvi e ad abbandonare la vostra nuova passione.


Il consiglio è sempre di iniziare con una entry level, ossia una macchina fotografica che abbia tutte le funzioni di base. Una volta imparata la tecnica della fotografia saprete benissimo su quale fotocamera investire. Infatti, se è vero che ci sono tante macchine professionali in giro, è pur vero che sarà anche il vostro stile a stabilire quali specifiche la vostra macchina fotografica dovrà