Cerca
  • Salvatore

Cosa vedere assolutamente a Firenze

Bisogna davvero andare in tutti i musei?


Fiorenza dentro dalla cerchia antica, ond’ella toglie ancora e terza e nona, si stava in pace, sobria e pudica. Non avea catenella, non corona, non gonne contigiate, non cintura che fosse a veder piú che la persona. (Dante Alighieri)


Firenze, città natale dello scrittore preferito di Arianna, Dante Alighieri.

Siete amanti dell’arte e della storia? Allora non c’è quasi niente di meglio per voi di un’avventura a Firenze, centro della Toscana e culla del Rinascimento e questa è la nostra lista di cosa vedere assolutamente a Firenze.

Durante l’epoca comunale in Italia, la città toscana vide il suo periodo di massima espansione e splendore: fu proprio grazie alle famiglie dei Pitti, Pazzi, Strozzi, Medici e Lorena che Firenze divenne il centro artistico e culturale mondiale. In particolare, furono i Medici a circondarsi dei più alti esponenti artistici dell’epoca come Botticelli e Leonardo Da Vinci.

Inoltre, per gli amanti di Dan Brown, c'è un intero libro dedicato alla città. È una meta da visitare almeno una volta nella vita!

Ma, se si ha poco tempo a disposizione, vale davvero la pena visitare tutti i musei?

Cosa vedere assolutamente a Firenze

Di cose da vedere durante la vostra avventura a Firenze ne avrete a bizzeffe, tanto da non darvi nemmeno il tempo di rilassarvi un po’ se non state attenti: ogni centimetro quadrato del centro storico è intriso di storia e di aneddoti interessanti, quindi il primo consiglio è di prenotare un hotel o un B&B direttamente in centro, in modo da girare a piedi e godersi il viaggio senza lo stress del traffico e dei mezzi pubblici.

Consiglio in Technicolor: l’ingresso al centro storico con l’auto non è consentito. Infatti, è una zona a traffico limitato. Molti alberghi in centro hanno accordi con determinati parcheggi in zona. Ricordatevi di chiamare l’albergo prima del vostro arrivo ed informarvi sul parcheggio convenzionato. In questo modo, sarete in grado di ottenere uno sconto e la sicurezza di non ricevere una multa come souvenir!

Palazzo Vecchio

Ingresso corte: gratuito;

Ingresso: intero 10 euro, ridotto 12,50 euro;

Apertura: venerdì, sabato, domenica e lunedì.

Potrebbe essere una delle prime attrazioni in cui vi imbatterete durante la vostra avventura a Firenze... e ve ne accorgereste senz’altro, data la sua grandezza!

Palazzo Vecchio, situato in piazza della Signoria, sorse nel XIII secolo sulle ceneri dell’antico teatro romano e fu sede del Granducato di Toscana. Esso acquisì, nel corso della storia, numerosi ruoli come quello di sede del parlamento del Regno d’Italia dal 1865 al 1871 e quello di sede comunale al giorno d’oggi. Tratto distintivo della struttura è senza dubbio la Torre di Arnolfo, visibile in lontananza da praticamente ovunque. In tempi normali, le visite a Palazzo Vecchio sono consentite, mentre in questo momento (vista la fortuna di Arianna e Salvatore), con le norme di sicurezza anti-covid, i tour hanno subito delle variazioni ad eccezione dell’ingresso alla corte.

Quindi non siamo riusciti a visitare il palazzo ahahah


Duomo di Santa Maria del Fiore

Visita al duomo: gratuita;

Ingresso cupola: 20 euro.



La maestosità per eccellenza. Il duomo di Santa Maria del Fiore, simbolo della città di Firenze, spunta all’improvviso in mezzo ai palazzi signorili del centro storico e lascia i visitatori letteralmente a bocca aperta. Insieme al Battistero di San Giovanni Battista, patrono della città, e al Campanile di Giotto, esso rappresenta un patrimonio culturale di inestimabile valore.

Sorto sulle fondamenta dell’antica chiesa di Santa Reparata, la costruzione del Duomo fu avviata nel 1296 e terminata nel 1436, decorata dal Brunelleschi con la più grande cupola in muratura mai costruita. Proprio sulla cupola, è presente una terrazza posta a 91 metri di altezza, mentre la facciata in stile neogotico risale al 1887.

La visita al Duomo è piuttosto breve e limitata alla sola navata centrale, mentre la visita alla cupola del Brunelleschi, nonostante gli oltre 460 scalini, vale anche più del prezzo del biglietto.

Per noi è più di un sì!


Consiglio in Technicolor: Assicuratevi di acquistare il biglietto almeno un giorno in anticipo e selezionare come orario d’ingresso il primo in mattinata. In questo modo eviterete folla, caldo e, una volta terminata la visita, avrete ancora tutta la giornata ancora a disposizione.

Ricordatevi: scarpe comode! Molti degli scalini sono alti e stretti!

Il Campanile di Giotto

Ingresso: 15 euro.


Eretto sul lato sinistro della Cattedrale, essendo il campanile di Giotto una struttura più decorativa e celebrativa che funzionale al suo scopo, costituisce tuttavia una tappa fondamentale di una qualsiasi avventura a Firenze. Il primo cantiere per la costruzione del campanile iniziò ad operare nel 1298. Il progetto iniziale di Arnolfo di Cambio fu poi preso in carico dal celebre Giotto, che lo perfezionò. La struttura è alta 82 metri ed è posta in modo allineato alla facciata del Duomo.

Nonostante la fama, tuttavia, il tour all’interno del campanile è stato alquanto monotono. Gli oltre 300 scalini ci hanno condotti sul terrazzo, dove non abbiamo neanche potuto scattare fotografie panoramiche o, semplicemente, ammirare il panorama, per via delle reti protettive.

Quindi, secondo noi, il prezzo del biglietto è stato un po’ eccessivo.

Tra il campanile e la cupola abbiamo preferito di gran lunga la maestosità del Brunelleschi. Se avete poco tempo a disposizione, vi suggeriamo di saltare il campanile.

Ponte Vecchio

Ingresso: gratuito.

Celebre per la sua struttura ed indispensabile per la vostra avventura a Firenze, Ponte Vecchio rappresenta forse l’attrazione più instagrammabile della città toscana. Il ponte, che unisce la riva nord con la riva sud di Firenze, è caratterizzato dalla presenza di botteghe di orefici con le rispettive casette poste immediatamente al di sopra dei negozietti. La cosa più bella di questa location è sicuramente il fatto che, attraversando il ponte, quasi non ci si accorge che si sta oltrepassando il fiume, rendendo Ponte Vecchio molto simile ad un normale vicolo del centro storico fiorentino.


Palazzo Pitti

Ingresso: ridotto 2 euro, intero 16 euro.

Palazzo Pitti fu la residenza dell’omonima famiglia, rivale dei Medici ed affamata di gloria. Il suo progetto fu redatto con lo scopo di rendere la nuova struttura superiore e più imponente rispetto a quella della famiglia Medici. Con gli anni, in seguito a debiti di famiglia, i Pitti furono costretti a vendere il palazzo, ironia della sorte, proprio agli acerrimi nemici.

Rappresentò, nel corso del cinquecento, la residenza del Granduca di Toscana e oggi ospita gallerie d’arte che conservano opere di artisti come Raffaello e Tiziano.

Palazzo Pitti offre inoltre tour presso gli appartamenti reali e i giardini monumentali di Boboli, visitabili comprensivamente con lo stesso biglietto durante la vostra avventura a Firenze.

Ora, Palazzo Pitti è bellissimo e vi occuperà gran parte della giornata. Un suo punto di forza, a parte l’arte e le opere, è un’ampia area ristoro con bar. Per i giardini di Boboli vi consigliamo assolutamente di portare con voi molta acqua, di vestirvi comodi e, soprattutto, di non recarvici nelle ore estive più calde.

SPOILER ALERT: Preparatevi ad affrontare molte salite!


Basilica di Santa Croce

Ingresso: Visita parziale 8 euro; Visita completa 25 euro.


Situata sempre nel centro storico, ma in una zona un po’ più periferica rispetto agli altri monumenti, la Basilica di Santa Croce è un must assoluto per la vostra avventura a Firenze.

La Basilica di Santa Croce fu costruita nel 1294 su un antico oratorio francescano sul progetto del nostro ormai noto Arnolfo di Cambio. Arricchita sempre più nel corso dei secoli, fu eretto a Pantheon delle glorie italiane. Infatti, oltre ai numerosi affreschi presenti nella chiesa e al celebre Crocifisso di Cimabue, la Basilica è il luogo in cui riposano numerosi artisti, letterati e scienziati come Galileo Galilei, Ugo Foscolo, Michelangelo Buonarroti e Machiavelli.

L’omaggio più grande è quello offerto a Dante Alighieri, le cui spoglie però giacciono ancora a Ravenna.

Per quanto riguarda il costo del biglietto, 8 euro ci sono sembrati pochissimi, visto che la visita alla basilica ci ha tenuti occupati per più di due ore!

La visita completa prevedeva la visita alla sagrestia e alla cappella dei Bardi, di Vernio e di Mangona. Purtroppo era già sold out quando abbiamo deciso di acquistare i biglietti. Quindi, assicuratevi di pianificare la visita almeno un giorno prima!

Consiglio in Technicolor: Prima di iniziare la vostra visita assicuratevi di aver scaricato l’app “santa croce” che trovate sui diversi store. L’app sarà in grado di darvi tutte le informazioni necessarie per far sì che la vostra visita sia indimenticabile. Inoltre, sarà completamente Plastic Free!


Galleria degli Uffizi

Ingresso: ridotto 2 euro, intero 20 euro.

Infine, alla fine delle attrazioni fondamentali da visitare durante la vostra avventura a Firenze, c’è la celebre Galleria degli Uffizi, forse uno dei musei più ricchi di capolavori al mondo. Focalizzata sul periodo medievale e rinascimentale, la galleria offre opere pittoriche e scultoree di inestimabile valore come Venere di Botticelli e Bacco del Caravaggio, il tutto in una location d’epoca senza eguali. Questo è un tour da affrontare assolutamente, anche se vi consigliamo di prenotare tutto prima di partire, altrimenti rischierete tantissimi sold out!

Unica pecca? La prevendita di 4 euro a biglietto ci è costata più del biglietto stesso! Ma sicuramente, anche 6 euro è un prezzo più che ottimo per le meraviglie che vi ritroverete ad osservare in questo maestoso palazzo.

Il biglietto ridotto è disponibile per tutti i cittadini dell’Unione Europea tra i 18 e 25 anni.

Consiglio in Technicolor: Suggeriamo di acquistare almeno un audio guida al costo di 6 euro per essere sicuri di non perdervi niente durante la vostra gita.



Che dire, Firenze è una città che, indubbiamente, incanta. Le cose da fare e i posti da ammirare sarebbero centinaia ma queste, secondo noi, sono le mete da non perdervi assolutamente durante il vostro breve soggiorno nel capoluogo toscano.

Ci sarebbero, infatti, molti altri posti come l’Accademia, dove è esposto l’originale David di Michelangelo, e la casa di Dante Alighieri. Abbiamo però preferito rinunciare ad alcune attrazioni per permetterci di vagare e perderci tra i vicoli di questa città ferma nel tempo.

Ultimo consiglio in Technicolor: cercate di visitare la città alle prime luci dell'alba. Vi ritroverete a camminare in una città deserta che, oltre ad essere magica, vi permetterà di ottenere scatti perfetti!


E per voi, invece, quali sono le attrazioni da visitare assolutamente a Firenze durante la vostra gita? Fatecelo sapere!


Post recenti

  • World in Technicolor on Youtube
  • World in Technicolor on Pinterest
  • World in Technicolor on Instagram
  • World in Technicolor on Facebook

Travel. Breath. Live.

©2020 di World in Technicolor. Proudly made by Arianna

  • Instagram
  • YouTube
  • Facebook
  • Pinterest