• Arianna

Regno Unito: informazioni utili!

Aggiornato il: gen 27

Il vostro Salvopedia è all’opera con il suo primo articolo della serie!

È frustrante ritrovarsi davanti ad un PC a cercare per ore informazioni prima di partire per un determinato stato. Che poi, come cavolo imposto la domanda su Google in modo da ottenere una risposta rapida ed esaustiva!?

Ed ecco perché ho deciso di condividere con tutti voi il mio Wikipedia personale!


Per chi non lo conoscesse, Salvatore è un grandissimo appassionato di geografia, storia e lingue. Potrebbe passare ore a parlare del nome originale dello Sri Lanka o del perché l’Ucraina si chiama in questo modo (No, non sono esempi a caso. Mi ha realmente fatto una testa piena!)



Informazioni che conosce soltanto lui... Avanti, ditemi, chi è che conosce veramente qual è la capitale dell’Uzbekistan?

Eeeesatto! Salvatore. Ecco perché troverete i suoi articoli super utili e interessanti!

Essere umano dotato di una capacità di sintesi migliore della mia (Non che ci voglia poi molto!) sarà in grado di dirvi in poche parole tutto quello che vorreste sapere su un determinato argomento. Basta con quei silenzi timidi alla cena con i suoceri!

Da oggi c’è Salvopedia!


Ok, dopo questa esaustiva presentazione pubblicitaria che volevo assolutamente fare io (Anche perché Salvatore non approverebbe mai quello che sto facendo 😂), vi lascio al suo primo articolo marcato #Salvopedia che sarà, solo per questa volta, pubblicato da me.



Regno Unito: definizione e errori più comuni


Benvenuti nelle isole Britanniche, culla di storia, paesaggi naturali e di grandi città industriali.


Innanzitutto, mi sembra doveroso iniziare con una precisazione su questa meravigliosa terra che porta molto spesso confusione per i diversi territori che la compongono.


Gran Bretagna, Regno Unito... da non confondere con isole britanniche. Molto spesso, infatti, i termini si utilizzano come fossero la stessa cosa senza realizzare che sono in realtà tre cose diverse.


Per Isole Britanniche si intendono l’Isola d‘Irlanda e l’isola della Gran Bretagna.

La prima, politicamente divisa in Repubblica d’Irlanda e Irlanda del Nord; la seconda politicamente divisa in Scozia, Inghilterra e Galles.

Per Regno Unito, invece, si intende il Regno costituito da Gran Bretagna e Irlanda del Nord.


Per intenderci, la Repubblica d’Irlanda (con capitale Dublino) è totalmente indipendente dal Regno Unito; l’Irlanda del Nord (con capitale Belfast) è l’unica area dell’isola d’Irlanda che fa ancora parte del Regno Unito.

Ulteriormente sbagliato è confondere il tutto con la Bretagna, che è invece una regione della Francia nord-occidentale.


Il Regno Unito e le sue divisioni


Possiamo ora andare avanti nella spiegazione di queste terre.

Abbiamo già specificato quale sia la capitale dell’Irlanda del Nord, ossia Belfast.

Possiamo quindi definire le varie aree della Gran Bretagna.

L’Inghilterra è probabilmente la nazione più conosciuta. Londra è la sua capitale, ma ci sono altre città note come Liverpool (patria dei Beatles), Manchester (Patria degli Oasis), Brighton, York ecc... Tranquilli, ci saranno talmente tanti articoli su questi argomenti che diventerete dei veri e propri British!



Il Galles, invece, ha come capitale Cardiff e una lingua Nazionale completamente differente: il Gallese.

Tante sarebbero le cose da dire su questo piccolo ma bellissimo gioiello del Regno Unito, che Arianna ha avuto l’onore di chiamare casa, ma renderebbe questo articolo infinito. Vi basterà sapere che è da aggiungere assolutamente alla lista dei luoghi da visitare.


La Scozia, patria della leggenda del Mostro di Loch Ness, è inoltre conosciuta per la sua capitale Edimburgo, dove è nata la scrittrice amata forse da un po’ tutti: la mamma di un noto maghetto!


Il dilemma dei giorni nostri: mi servirà il passaporto per visitare il Regno Unito?


Ebbene, Salvopedia ha la risposta anche a questo.

Visto e passaporto non saranno richiesti per i cittadini dell’Unione Europea fino al 2021.

Ora, non sappiamo ancora bene come le cose si metteranno per noi poveri avventurieri. L’argomento Brexit non è stato di certo noto per la sua chiarezza e l’imprevisto Coronavirus ha rallentato ancora di più le decisioni. Ad oggi, l’ipotesi più quotata è quella che prevede l’emissione di un visto simile a quello che si fa per visitare gli Stati Uniti, l’Esta.


Quando partire?


Se ci si riferisce al clima, il Regno Unito non è di certo conosciuto per il calore e per il sole, anzi. L’inverno è il periodo più freddo dell’anno ma anche quello più bello: mercatini di Natale, cioccolata calda e neve... Non so voi, ma per me è il paradiso.


Se invece parliamo di calendario, di certo è opportuno evitare i periodi in cui ci si ritroverebbe travolti dalle festività del posto.


Un piccolo aiuto sarà quello di controllare il sito del governo per quanto riguarda le Bank Holiday. Infatti, oltre alle festività comuni come Natale, Pasqua e vacanze estive, altre sono le date in cui vi trovereste a camminare per le strade oppressi dalla calca inglese.

Giorni che per noi sono normali, diventano per il calendario inglese giorni “rossi”, come ad esempio il compleanno della Regina celebrato il 9 giugno (vi diremo di più anche su questa “falsa” data).

Inoltre, le scuole presentano spesso un piano vacanze diverso da quello italiano e sarebbe sempre meglio evitare il periodo delle “school holiday“ in cui tutto è più costoso e affollato.


Per concludere questo, spero, interessante articolo, credo sia opportuno lasciarvi con un’ultima curiosità: nel parlare dei giorni “rossi” sul calendario ho utilizzato il termine “bank holiday” anziché “public holiday”. Perché parlare di banche per riferirsi alle ferie?

Il motivo è semplice: in passato le banche non prevedevano chiusure settimanali ma solo quelle necessarie ad effettuare gli scambi, i cosiddetti trading. Queste chiusure occasionali vennero dunque trasformate in vere e proprie festività.


Sappiamo che queste sono solo alcune delle informazioni che potreste trovare utili sul Regno Unito... vi toccherà seguirci per sapere sempre di più! Come? Iscrivetevi alla nostra Newsletter!





World in Technicolor.jpg

Siamo Arianna e Salvatore, nomadi digitali con la passione per

l'avventura Green!
Tutti i nostri viaggi sono zero waste, nel rispetto della natura e con un pizzico di follia! 

Con noi non viaggerete come gli altri, imparerete a diventare cittadini del mondo, proprio come noi!